reato di spaccio, pene, sanzioni, avv penalista

avvocato reato insulti su internet

La possessione dei semi della Cannabis è un reato?

I semi della pianta Cannabis, sono generalmente le origini della droga, cioè, da questa si ottiene la specie e svilupparla per poter essere di consumo, per questo motivo, il possesso o custodia dei semini si definisce come una minaccia per un futuro traffico, il chè è totalmente condannato dalle leggi ed deve essere classificato come un crimine.

Ora, il seme di questo tipo di droga, di per sé, non ha alcun componente psicoattivo, vale a dire, consumare in un modo o un’altro non altera il sistema nervoso, di conseguenza perde la qualità fondamentale delle sostanze stupefacenti; Questo ragionamento ha posizione in alcuni paesi, che considerano la possessione dei frutti della marijuana come un comportamento atipico o che non costituisce un reato. Tuttavia, un altra parte degli Stati, nei suoi regolamenti, essendo questo la tendenza più diffusa, classifica questo atto come comportamento criminale, tra cui in alcune leggi all interno di articoli relativi al traffico di droga e nel resto della ipotesi, anche se poco spesso viene concessa l autonomia legislativa, dedicando il titolo definito come: custode dei semi. La peculiarità di questo risultato di tipologia giuridica per qualificarlo come un guardiano gira attorno alle analisi che devono essere fatte , ciò significa che, per il semplice fatto di avere sotto i suoi oggetto di possesso, i semi di Cannabis, non incorre al delitto in questione, se no che devono trovarsi e verificare elementi che ratifichino che l individuo oltre alla possessione dei frutti della Cannabis, gli protegge, mantenendoli o gli possiede, ai fini di farli piantare per la produzione di droga o vendere i semi per cui un altra persona gli produrrà. La custodia dei semi è da intendersi come l’arco dell’atto di possesso, ma che supera questi limiti, arrivando alla commissione o omissione di azioni che conservano le proprietà del frutto della cannabis in perfette condizioni. L altro tratto singolare in questa classificazione penale, si trova nella quantità di semi che possiede la persona, dato che se non eccede l’importo consentito dalla legge, allora si verrebbe capito come consumo personale e in questo caso non sarebbe definito un delitto.

In sintesi, la possessione di semi di Cannabis, appare come un crimine, sempre sotto le condizioni che vengano confermate le intenzione del soggetto in possesso, è di raggiungere da questi semi i coltivi, che verranno venduti ai produttori o preparati da se stesso e che inoltre la quantità di frutta di marijuana detenuta, deve essere superiore e non consentita dalle leggi e che quindi non sia inteso come oggetto di consumo individuale, ma che cercano il fine di traffico della droga.

Quali sono le sanzioni da affrontare per questa trasgressione?

avvocato Arrestati Per Droga

Le implicazioni legali che specificano le leggi penali da per la commissione del reato di possessione di semi di cannabis, come un azione di impeto per la piantagione, produzione e commercializzazione di allucinogeni, prevedono l applicazione di sanzioni amministrative enormi di tasse multe o prigione, con un quadro disciplinare da quattro a quindici anni, queste intese come sanzioni principali, e le sanzioni di ordine secondario, la confisca dei beni in corrispondenza ai danni che hanno prodotti durante il possesso dei frutti della Cannabis. L adeguatezza di tali sanzioni, oltre che alle circostanze relative alla condotta del soggetto, il grado di partecipazione, l età e la frequenza nella realizzazione del crimine, influenzato da altri elementi speciali, come il grado di germinazione e la quantità di semi occupati, anche se sbordi i limiti con fini al consumo personale.

Quali eccezioni si possono in frapporre all’essere accusato di possessione di semi di Cannabis?

Le eccezioni, come parte del diritto di difesa, sono poste dall avvocato, che risponde al caso, il quale si informerà e analizzerà i fatti, per dimostrare l esistenza di alcuni elementi che potrebbero ridurre condanna che viene addebitando il Ministero pubblico o fiscale al vostro cliente. Queste prerogative sono basate sulle lacune legislative, che non chiariscono la decisione che de’essere presa dalla corte per casi particolari, all interno di questi sono, che si dimostri che i semi non appartengano al soggetto destinato ad essere incriminato, che parte di questi semi non hanno le qualità per germinare, che l obiettivo del suo possesso non è la coltivazione e che i semi furono acquistati per confusione dal soggetto. Inoltre si può sostenere, che il soggetto fu costretto, minacciato con violenza da un altra persona ad’agire in questo modo e lo costrinsero alla custodia dei frutti della cannabis tramite tali mezzi. Si può anche supporre che la quantità di semi presa, possedeva solo uno spirito di consumo individuale e sostenere quest’idea, se l importo di possessione per consumo individuale eccedesse per pochi grammi.

© 2018 avvocatostupefacenti.com. All Rights Reserved. Designed By avvocatostupefacenti.com

Please publish modules in offcanvas position.