Assistenza legale, detenzione per narcotraffico

avvocato Detenzione Domiciliare Motivi Di Salute

Consulenza legale detenuti per narcotraffico a Roma Milano Napoli Torino Palermo Genova Bologna Firenze Bari Catania Venezia Verona Messina Padova Trieste Taranto Brescia Parma Prato Modena Reggio di Calabria Reggio nell Emilia Perugia Ravenna Livorno Cagliari Foggia Rimini

Avvocato di narcotraffico - Salerno Ferrara Sassari Latina Giugliano in Campania Monza Siracusa Bergamo Pescara Forlì Trento Vicenza Terni Bolzano Novara Piacenza Ancona Andria Arezzo Udine Cesena Lecce Pesaro Barletta Alessandria

Studio legale penale - La Spezia Pisa Pistoia Catanzaro Lucca Guidonia Montecelio Brindisi Torre del Greco Treviso Como Busto Arsizio Marsala Grosseto Sesto San Giovanni Pozzuoli Varese Fiumicino Casoria Asti

Avvocato penalista - Caserta Cinisello Balsamo Gela Aprilia Ragusa Pavia Cremona Carpi Quartu Sant Elena Lamezia Terme Altamura Imola L Aquila Massa Trapani Viterbo Cosenza Potenza Castellammare di Stabia.

Il nostro ordine punisce (con la pena della reclusione e dell ammenda) chiunque coltivi, fabbrica, produca, estrae, raffinasse, vendesse, offrisse o vendesse, consegnasse, distribuisse, scambiasse, trasportasse, procuri, spedisse, passasse, spedizione in transito, consegna per qualsiasi scopo o messa in vendita (o vendita) di sostanze stupefacenti o psicotrope.

avvocato Arresto Per Furto Sky

Il reato di spaccio di droga, è stato esteso a tutte le vendite di farmaci, sia attraverso le vendite, sia a quelle rese gratuite (tra amici) attraverso la semplice fornitura e / o consegna della sostanza. Chiunque commetta queste attività è punito con la reclusione da:

1.da otto a venti anni e con la multa (se si tratta di droghe pesanti come la cocaina e l eroina);

2.da due a sei anni e con la multa (se si tratta di droghe leggere)

Chiunque sia accusato di traffico di droga, oltre alle sanzioni penali ,è soggetto a una o più delle seguenti sanzioni amministrative:

1.sospensione della patente di guida o divieto di guidare fino a tre anni;

avvocato Arresto Per Genocidio

2.sospensione della licenza portuale o divieto di realizzarlo;

3.sospensione del passaporto e documenti analoghi o interruzione della presa del pneumatico;

4.sospensione del permesso di soggiorno per motivi turistici o divieto di prenderlo se si tratta di un cittadino straniero.

Avvocato penalista, estradizione – euro arresto narcotraffico: Spagna Francia Colombia Messico Costa Rica Repubblica Dominicana Stati Uniti Ecuador Perù El Salvador Guatemala Honduras Nicaragua Panama Belize Cile Brasile Marocco Algeria Tunisia Canada Regno Unito Inghilterra Regno Unito Germania Austria Belgio Bulgaria Cipro Croazia Danimarca Estonia Finlandia Grecia Ungheria Irlanda Lettonia Lituania Lussemburgo Malta Paesi Bassi Polonia Portogallo Regno Unito Repubblica Ceca Romania Svezia

Come funziona l’assistenza legale?

avvocato Arrestati Per Una Foto

Infatti, prima di dare un giudizio, ogni avvocato fornisce una consulenza dettagliata su questioni descritte dal suo cliente. Pertanto, il quadro di riferimento descrive le principali linee guida della giurisprudenza in questo settore e descrive le varie strategie da adottare per raggiungere una soluzione. In questo modo, il cliente può decidere quale obiettivo perseguire secondo la soluzione suggerita dall avvocato.

Se un cittadino ha un reddito basso, sarà in grado di approfittare dell’asistenza gratuita e non pagherà il difensore, che si tratti di fiducia o ufficio.

L indirizzo diverso è per l autore del reato (che ha subito l illecito) che non ha l obbligo di essere assistito da un difensore, quindi se il giudice non riesce a nominare un avvocato d ufficio.

Di fronte alla corte di pace puoi agire personalmente in tribunale, come attore o imputato, entro certi limiti.

Per poter far valere i propri diritti dinanzi all autorità giudiziaria, senza l intervento di un avvocato, è necessario che:

1. il caso è del giudice di pace;

2. la controversia ha un valore inferiore a 1 100 Euro o, diversamente, vi è l autorizzazione del giudice stesso, su richiesta dell interessato e tenendo conto della natura e della portata del caso.

La detenzione?

La legge ha esacerbato le punizioni per i reati legati alla dipendenza, "paralizzando" nello stesso tavolo gravitazionale l uso di cannabis, cocaina ed eroina, eliminando distinzioni cliniche e legali, introducendo criteri restrittivi per la determinazione dell uso personale e, in combinazione con altri strumenti giuridici - in particolare la cosiddetta "ex-Cirielli" - ha ostacolato l ammissione a percorsi alternativi alla detenzione per recidivi.

L effetto diretto di questo ritorno del "criminale" è l affollamento delle carceri. Le persone ridistribuite attualmente detenute per reati legati alla droga sono tornate ad essere circa un terzo dell intera popolazione di detenuti. La portata repressiva della legge ha rivelato sia il fallimento di un dispositivo inteso a motivare la cura con la reclusione sia l ipocrisia della norma che amplia l accesso a percorsi alternativi per la custodia del pene o del pene fino a sei anni.

I diritti rimangono sulla carta (specialmente per coloro che sono più poveri dei media e degli strumenti, come i dipendenti stranieri senza permesso di soggiorno) e il carcere ha ripreso a giocare un ruolo nel "dumping" delle questioni sociali.

Cosa possiamo fare?

Prima di tutto, è necessario unire la forza della legge, in modo che non sia lasciata vuota, la determinazione delle organizzazioni sociali e volontarie per far rispettare i diritti dei prigionieri.

Il governo e il dipartimento anti-droga devono rispondere alla contraddizione tra gli atti proclamati dalla legge e un attenta revisione dei risultati che sono andati nella direzione opposta.

È anche urgente cambiare "ex-Cirielli", almeno per i tossicodipendenti, per i quali la recidiva è quasi la regola, e i programmi di test devono essere testati per una serie di reati minori legati alla dipendenza, in particolare per gli adolescenti.

mettere a disposizione le risorse necessarie per attuare programmi di reinserimento sociale per coloro che sono "benestanti" e coloro che potrebbero beneficiare di misure alternative per la detenzione, per le quali la mancanza di risorse costituisce una negazione dei diritti.

Gli aspetti sociali, relazionali ed educativi, la cui carenza ha segnato così tante storie di dipendenza, devono quindi essere tradotti in interventi e opportunità. Tutti possono contribuire: governo, regioni, asl, autorità locali, mondo associativo e volontariato. Vorrebbero non solo i più fragili, ma anche la comunità. Le risorse sociali, l occupazione e le opportunità abitative, il sostegno relazionale non sono solo un atto di giustizia, ma un contributo necessario e intelligente alla sicurezza sociale.

Se commetti un crimine, sei condannato. E vale sempre la pena parlarne. Il problema dovrebbe essere focalizzato su quando la sentenza va in giudizio. La punizione deve essere scontata in carcere o in strutture alternative. In particolare il Ministero della Giustizia, può indagare su una misura per identificare i fatti in cui - anche con una sentenza passata - potrebbe essere possibile espiare la punizione delle comunità di recupero

© 2018 avvocatostupefacenti.com. All Rights Reserved. Designed By avvocatostupefacenti.com

Please publish modules in offcanvas position.